Il profumo dell'invisibile

Couverture
Mondadori, 2010 - 110 pages
Chi non ha mai sognato di essere invisibile e potersi così muovere nel mondo reale e rumoroso? Il non essere visibile non è forse una delle ultime versioni della libertà in un mondo in cui l'immagine è tutto? Indaga anche su questo tema "Il profumo dell'invisibile", una delle più interessanti e famose opere di Milo Ma-nara, pubblicata negli anni '80 in Italia e nel mondo. I due episodi sono stati uniti in un unico volume e colorati da un pool di coloristi cinesi - Studio 9 - coordinati da Morvan, una vera autorità internazionale del fumetto francese. Lo spunto della storia a fumetti viene dal libro "L'uomo invisibile", scritto nel 1881 da H.G. Wells, in cui si narra di uno scienziato che individua un processo che gli consente di nascondersi agli occhi di tutti. Anche il protagonista di Manara diventa invisibile grazie a una pomata e approfitta della sua condizione per realizzare un intero immaginario erotico con due co-protagoniste femminili, Miele e Bruna. Questo meccanismo consente all'autore di lanciare i suoi protagonisti in una rutilante avventura e sondare nelle profondità del desiderio umano.

Table des matières

Section 1
14
Section 2
20
Section 3
22
Section 4
23
Section 5
36
Section 6
42
Section 7
59
Section 8
79
Section 9
91
Section 10
109
Droits d'auteur

Autres éditions - Tout afficher

Informations bibliographiques