Othmar Spann: la scienza dell'intero

Couverture
Edizioni Nuova Cultura, 2012 - 194 pages
Il filosofo viennese Othmar Spann (1878-1950) non è stato soltanto un intellettuale "militante", il discusso e influente teorico di un ordinamento cetuale nell'epoca della prima grande crisi del capitalismo mondiale e dei sistemi costituzionali liberaldemocratici sorti con la rivoluzione francese protagonista, con l'opera Der wahre Staat (1921), della cosiddetta "rivoluzione conservatrice" e irriducibile avversario sia del totalitarismo comunista che, in seguito, di quello nazista. Spann è stato anche uno dei principali scienziati sociali ed economisti del suo tempo, che si è confrontato e spesso ha polemizzato con i più importanti nomi del momento (dai neokantiani a Simmel e Spengler, da Kelsen ai marginalisti e ai gesuiti "solidaristi") su fondamentali questioni legate alla natura della società e al rapporto tra stato ed economia, teorizzando, ad esempio, un modello istituzionale fortemente decentrato che anticipa il principio di sussidiarietà dell'enciclica Quadragesimo anno.
 

Avis des internautes - Rédiger un commentaire

Aucun commentaire n'a été trouvé aux emplacements habituels.

Table des matières

Teresa Serra
7
J HANNS PICHLER
13
MARIO CONETTI
29
GIOVANNI FRANCHI
53
GIOVANNI GOBBER
89
ANDREA MILLEFIORINI
121
GIORGIO SALZANO
143
Seiprincipi sullessenza dellinterezza 157 Nota biobibliografica su Othmar Spann
187
Nota sugli autori
193
Droits d'auteur

Expressions et termes fréquents

Informations bibliographiques