Archivio storico per le Marche e per l'Umbria, Volume 1

Couverture
Presso La Direzione, 1884
0 Avis
Les avis ne sont pas validés, mais Google recherche et supprime les faux contenus lorsqu'ils sont identifiés
 

Avis des internautes - Rédiger un commentaire

Aucun commentaire n'a été trouvé aux emplacements habituels.

Pages sélectionnées

Autres éditions - Tout afficher

Expressions et termes fréquents

Fréquemment cités

Page 171 - Nunc ambitum eius urbesque enumerabimus, qua in re praefari necessarium est auctorem nos divum Augustum secuturos, discriptionemque ab eo factam Italiae totius in regiones xi, sed ordine eo qui litorum tractu fiet; urbium quidem vicinitates oratione utique praepropera servari non posse, itaque interiore exin parte digestionem in litteras eiusdem nos secuturos, coloniarum mentione signata quas ille in eo prodidit numero.
Page 635 - ... altri invece, all'aria aperta, nel pieno giubilo del cuore, nel rigoglio della fantasia e l'abbondanza delle rime, fra i campi ed i colli di quella bella vallata, tra Perugia e Foligno, che a S. Francesco faceva gridare, quel che ogni viaggiatore è costretto' a ripetere: Nil jucundius vidi valle meo.
Page 180 - Liburni pluruma eius tractus tenuere, in primis Palmensem, Praetutianum Hadrianumque agrum. Umbri eos expulere, hos Etruria, hanc Galli. Umbrorum gens antiquissima Italiae existumatur, ut quos Ombrios a Graecis putent dictos, quod inundatione terrarum imbribus superfuissent.
Page 635 - Ciò ch' è sotto all'abisso e sopra all'are, Tutti fan versi davanti al mio amore Voglio invitar tutto il mondo ad amare, Le valli ei monti e le genti a cantare, L'abisso ei cieli e tutt
Page 163 - Flumen Vomanum : ager Praetutianus , Palmensisque. Item Castrum Novum, flumen Batinum, Truentum cum amne : quod solum Liburnorum in Italia reliquum est. Flumen Albula : Tervium, quo finitur Praetutiana regio, et Picentium incipit.
Page 333 - Organi, musico insieme e poeta, coll' autorità del nome e l' ampiezza della dottrina , riconosciuta e acclamata comunemente dai contemporanei, avesse intorno a sè educata una vera scuola di questi Canterini, abili al suono ed al canto, la quale seguitasse a fiorire anche dopo la morte di lui, avvenuta nel 1397. Tale nostra supposizione potrebbe corroborarsi con qualche indizio , che forse menerebbe ad ulteriori scoperte. Antonio Pucci, che sappiamo essere stato trombetta di palagio . e del quale...
Page 635 - Jacopone, composte certo le più nei dieci anni di vita sciolta ch' ei condusse terziario e romito, noi non possiamo a meno, Io ripetiamo, di immaginarcene l'autore in un cerchio di popolani umbri, donne e uomini, e, secondo la nota formola dei cantastorie, « grandi, -mezzani e minori, » ') che attenti pendono dal suo labbro, mentr...
Page 332 - ... amore è poco distante da un ragionamento sulle città italiane e la loro origine, e così via. Gli autori eh" ei cita e di cui riferisce le dottrine o le opinioni, sono Giovanni Villani, Marco Polo, Brunetto Latini, Gualtieri, Palladio. Sidrac, Tito Livio, Lucano, Virgilio, Boezio, Macrobio, Terenzio, Prisciano, Cicerone, Origene, Ovidio, Isidoro, Agostino, Pietro Alfonso ed altri assai. Ma l'autore più spesso citato è l'Alighieri. Questo confortar tante storie e dottrine col testimonio e...
Page 653 - Della signoria di Francesco Sforza nella Marca secondo le memorie ei documenti dell
Page 178 - Helvinum, quo finitur Praetutiana regio et Picentium incipit. Cupra oppidum, Castellum Firmanorum et super id colonia Asculum, Piceni nobilissima intus, Novana. In ora Cluana, Potentia, Numana a Siculis condita, ab iisdem colonia Ancona, adposita promunturio Cunero in ipso flectentis se orae cubito, a Gargano CLXXXIII.

Informations bibliographiques