Vocabolario bolognese italiano, Volume 1

Couverture
Stab. tipografico di G. Monti, 1874 - 609 pages
 

Pages sélectionnées

Table des matières

Autres éditions - Tout afficher

Expressions et termes fréquents

Fréquemment cités

Page 332 - Cottimo. Lavoro dato, o pigliato a fare, non a giornata, ma a prezzo fermo, di maniera che chi piglia il lavoro, il pigli tutto sopra di sé, e chi lo da sia tenuto a rispondergli del convenuto prezzo.
Page 160 - Giuoco fanciullesco in cui uno posa la faccia in grembo ad un altro, che sta seduto, e questo gli chiude gli occhi in guisa, che non possa vedere chi sia colui che lo percosse in una mano, eh
Page 120 - si regge su tre o quattro piedi, e alla cui cima sono due o più grucce ; nel secondo caso sono più caviglie piantate orizzontalmente in fila nel muro, o in asse fermata al medesimo.
Page 361 - Quel Pietro fu che con la poverella, Offerse a santa Chiesa il suo tesoro
Page 294 - Capecchio Quella materia grossa e liscosa, che si trae dalla prima pettinatura del lino, o della canapa, avanti alla stoppa;
Page 294 - Cavigliatoio. Strumento di legno di figura cilindrica, incastrato da un capo nel muro, oa dente in terzo in un palo, e terminato dall'altro da una testata di legno tonda, sopra di cui si torce la seta.
Page viii - che poco vi dia da imputar sono • Che quanto io posso dar, tutto vi dono.
Page 242 - Lisca. Quella materia legnosa, che cade dal lino, e dalla canapa, quando si maciulla, si pettina e si scotola.
Page 231 - Gasa mia casa mia per piccina che tu sia, tu mi sembri una Badia;
Page 309 - d'uno o più anelli, e d'un arpione incastrato in essi, o d'altri ordigni a questi somiglianti, per uso di tener congiunte insieme le parti di qualsivoglia arnese che

Informations bibliographiques