Dizionario tascabile delle voci e frasi particolari del dialetto veneziano preceduto da cenni sulle denominazioni di molti luoghi della città e delle antiche venete magistrature

Couverture
G. Ceochini, 1850 - 352 pages
1 Commentaire
Les avis ne sont pas validés, mais Google recherche et supprime les faux contenus lorsqu'ils sont identifiés

À l'intérieur du livre

Avis des internautes - Rédiger un commentaire

Aucun commentaire n'a été trouvé aux emplacements habituels.

Pages sélectionnées

Autres éditions - Tout afficher

Expressions et termes fréquents

Fréquemment cités

Page 108 - Succio ; Rosa in pelle . Quel sangue che viene in pelle e rosseggia a guisa di rosa, tiratovi da bacio o simile.
Page 106 - Se il grande fosse valente e il piccolo paziente e il rosso leale, ognun sarebbe eguale. Tanto è dire raperino, quanto ladro e assassino — e Testa calva, piazza di pidocchi.
Page 170 - Vino fiorito; specie di muffa che genera il vino quando è alla fine della botte.
Page 104 - Bilancino; quella parte del calesse a cui si attaccano le tirelle del cavallo di fuor delle stanghe.
Page 130 - Dicesi di certi pezzi di legno che formano una parte del castello di poppa o di prua.
Page 77 - Si chiamavano volgarmente con tal nome li tre supremi giudiziarii Consigli della Repubblica Veneta che giudicavano in ultima istanza le cause tanto civili che criminali: così detti dal numero di quaranta Giudici di cui era cadauno composto...
Page 67 - Al generai nostro di Candia e di Cipro sia per il Magistrato nostro data facoltà, che occorrendo che in regno vi fosse qualche nobile nostro o altro personaggio capo di parte, quale per li suoi portamenti stesse ben morto, i ghe possa far levar la vita secretamente.
Page 123 - Bandelle ; spranga d! lama di ferro da conficcare nelle imposte d'usci o finestre, finita in .anello che si mette nell'arpione.
Page 177 - Mastietti ; pezzi di rovere larghi e piatti che si appongono agli alberi bassi a livello della loro incappellalura.
Page 64 - Mercanti. di prima istanza straordinarii divenivano li magistrati amministrativi che giudicavano le cause civili negli argomenti di loro competenza. di appello ordinarii erano i consigli e collegi che giudicavano quasi tutte le cause civili. Tali erano ancora gli Auditori Novissimi, che decidevano sulle sentenze della terraferma non eccedenti restimabilità di ducati 200.

Informations bibliographiques