Prima lezione sulla televisione

Couverture
Gius.Laterza & Figli Spa - 160 pages
Lo scenario è a 10 chilometri da Manhattan, dove si stende una grande area chiamata Flushing Meadows, che prima era una palude infestata dalle zanzare. È il 30 aprile del 1939. Si apre l'Esposizione Universale di New York. La Rca, la società che possiede la catena radiofonica Nbc, presenta l'ultima meraviglia delle meraviglie, una 'cosa' chiamata tv e, poco dopo, il presidente degli Stati Uniti Franklin Delano Roosevelt viene inquadrato mentre pronuncia il discorso di inaugurazione. Comincia così la storia della scatola magica più diffusa al mondo: Aldo Grasso spiega come è cambiata e perché la nostra cultura dal momento in cui ci siamo fermati a guardarla.
 

Avis des internautes - Rédiger un commentaire

Aucun commentaire n'a été trouvé aux emplacements habituels.

Table des matières

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Droits d'auteur

Autres éditions - Tout afficher

Expressions et termes fréquents

À propos de l'auteur (2011)

Aldo Grasso è professore ordinario di Storia della radio e della televisione all'Università Cattolica di Milano. Dal 2008 è direttore scientifico di CeRTA, Centro di ricerca sulla televisione e gli audiovisivi. Dal 1990 è critico televisivo ed editorialista per il "Corriere della Sera". Ha ideato e condotto fortunate serie radiofoniche. È autore e curatore di molte pubblicazioni, tra le quali le più recenti sono Storia della televisione italiana (Garzanti 2004); Che cos'è la televisione (con M. Scaglioni, Garzanti 2005); Sergej M. Ejzenstejn (La Nuova Italia 2007); Buona maestra. Perché i telefilm sono diventati più importanti dei libri e del cinema (Mondadori 2007); Enciclopedia della televisione (a cura di, Garzanti 2008); Fenomenologia di Fiorello (Mondadori 2008).

Informations bibliographiques