Biblioteca italiana, o sia giornale di letteratura, scienze ed arti ..., Volume 19

Couverture
1820
0 Avis
Les avis ne sont pas validés, mais Google recherche et supprime les faux contenus lorsqu'ils sont identifiés
 

Avis des internautes - Rédiger un commentaire

Aucun commentaire n'a été trouvé aux emplacements habituels.

Autres éditions - Tout afficher

Expressions et termes fréquents

Fréquemment cités

Page 102 - E l' accorte sembianze al mondo sole, E l'atto dal mortal tanto diviso; Chi non vide fiorir quel vago riso Che germina di rose e di viole, Chi non udì le angeliche parole Che suonan armonia di paradiso; Chi mai non vide sfavillar quel guardo Che, come stral di...
Page 103 - Amore. Non vede il Sol, che tutto il mondo gira, Cosa tanto gentil, quanto in quell'ora, Che luce nella parte, ove dimora La donna, di cui dire Amor mi face ; Ogni intelletto di lassù la mira, E quella gente, che qui s'innamora, Ne...
Page 110 - Allor se cominciamo e cridi a odire, e l'orribil strider delle ritorte; il mar cominciò negro ad apparire, e lui e il celo avean color di morte; grandine e pioggia comincia a venire, or questo vento or quel si fa più forte; qua par che l'unda al cel vada di sopra, là che la terra al fondo se discopra.
Page 457 - ... io sia esaudito. Dal signor Scipione Gonzaga avrà più minuto avviso di me ; ed io medesimo le ne darò più distinto ragguaglio tra pochi giorni. Frattanto mi favorisca di risposta, la quale potrà indirizzare ad Urbino in casa del signor Fedrigo Bonaventura. Baci le mani umilmente in mio nome a monsìgnor illustrissimo, e mi conservI in sua grazia.
Page 108 - ... l'alta fatica e le mirabil prove che fece il franco Orlando per amore nel tempo del re Carlo imperatore.
Page 220 - BUFFON nuovamente ordinate ed arricchite della sua vita e di un ragguaglio dei progressi della storia naturale dal MDCCL in poi , dal conte di LACÉPÈDE.
Page 102 - Chi non udf le angeliche parole Che suonan armonia di paradiso; Chi mai non vide sfavillar quel guardo Che come strai di foco il lato manco Sovente incende e mette...
Page 110 - ... avuto piacer mai non se perde. 15 Questa età giovenil che è sì zoiosa, tutta in diletto consumar si deve, perché quasi in un ponto ce è nascosa: come dissolve il sol la bianca neve, come in un giorno la vermiglia rosa perde il vago colore in tempo breve, così fugge la età come un baleno, e non se può tenir, che non ha freno ". 16 Spesso con queste e con altre parole era Tisbina combattuta in vano.
Page 109 - Ranaldo levarse del core. Come cerva ferita di saetta, Che al lungo tempo accresce il suo dolore, E quanto il corso più veloce affretta, Più sangue perde ed ha pena maggiore: Così ognor cresce alla donzella il caldo, Anci il foco nel cor, che ha per Ranaldo.
Page 109 - Qual per le selve nomadi o massile Cacciata va la generosa belva, Che ancor fuggendo mostra il cor gentile, E minacciosa e lenta si rinselva : Tal Rodomonte in nessun atto vile Da strana circondato e fiera selva D'aste e di spade e di volanti dardi, Si tira al fiume a passi lunghi e tardi. E sì tre volte e più l'ira il sospinse...

Informations bibliographiques